lunedì 31 dicembre 2018

Recensione "La formazione degli insegnanti alla pedagogia Waldorf" edito da Franco Angeli


Credo fortemente che ogni insegnante debba, nella sua formazione, ritagliare uno spazio per approfondire altri mondi, altre pedagogie, anche se apparentemente distanti dal proprio modo di lavorare. La pedagogia steineriana, operante nelle scuole Waldorf, è una di queste: un altro mondo, qualcosa di drasticamente diverso da ciò che siamo abituati a vedere e a fare nelle nostre scuole, ma che può offrirci spunti e idee come poche altre.


Sembra difficile raccontare la pedagogia steineriana, ma questo testo riesce a farci entrare nel suo universo attraverso i racconti di chi l'ha vissuto. L'autrice, Sandra Chistolini, professore ordinario presso l'Università di Roma Tre, ha dedicato molti dei suoi studi proprio alle altre pedagogie (si vedano tra gli altri i volumi, sempre editi da FrancoAngeli, che approfondiscono il metodo Pizzigoni e la scuola nel bosco).
All'università, non avevo avuto modo di approfondire la pedagogia steineriana, se non attraverso qualche suggestione qua e là; grazie a questo libro (La formazione degli insegnanti alla pedagogia Waldorf. Biografia della Scuola Rudolf Steiner di Roma) ho potuto colmare questa mancanza: la scuola Waldorf viene descritta prendendo come riferimento concreto la scuola Rudolf Steiner di Roma, dalla sua fondazione quarant'anni fa fino ad oggi. Vengono descritti i programmi, il metodo di lavoro, non solo teoricamente, ma anche attraverso i racconti e le parole di chi quella scuola l'ha vissuta (come insegnante, come genitore, come alunno).
La pedagogia Waldorf ci insegna a vedere l'individuo come essere umano intero e la sua educazione come educazione a tutto tondo: attraverso i valori del Buono, del Bello, del Vero, viene rispettato il ritmo graduale di crescita naturale del bambino, si insegna e si impara a guardare il mondo con sguardo critico. Antroposofia, antropologia, filosofia e scienza si alternano nel testo per cercare di restituire una visione quanto più completa di questa affascinante pedagogia.
Anche se non sceglierò mai di diventare una maestra di scuola steineriana, l'arricchimento che lo studio di questo e di altri modi di fare scuola è, a livello professionale, necessario e stimolante.

Nessun commento:

Posta un commento

Fammi sapere la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...