lunedì 11 maggio 2015

Erbario: la natura entra in classe (o a casa)

L'altro giorno avevo il pomeriggio a disposizione con la mia nipotina: cosa fare? Per deformazione professionale, ho trovato un'attività semplice, abbastanza impegnativa in termini di tempo e soprattutto attiva.
Abbiamo deciso di creare un erbario di foglie ed erbe, tutto ovviamente "fai da noi". A partire da un semplice quadernone a quadrettoni che avevamo in casa, abbiamo realizzato il nostro libro ricchissimo di tutte le specie che abbiamo trovato nel nostro giardino.


Abbiamo diviso l'erbario nelle seguenti sezioni: piante e cespugli da frutto, piante aromatiche, piante dell'orto, piante e cespugli ornamentali, erbe e fiori. Abbiamo scelto questa suddivisione che bene si adattava all'ambiente di raccolta... e abbiamo tralasciato alcune specie di piante che non conoscevamo: saranno la seconda fase del nostro lavoro, un'altra raccolta con annessa ricerca!

Vi propongo quest'attività come uno spunto da cogliere in varie occasioni: per i genitori, per fare attività all'aria aperta con i propri figli, magari visitando un parco; per gli insegnanti, come idea per fare scienze in maniera attiva (questa è solo un inizio, poi a partire dall'erbario si possono costruire milioni di attività), oppure un compito diverso per le vacanze estive; o ancora un'idea per creare un prodotto finale dopo un'uscita didattica nella natura.
Ovviamente, in scienze, si partirà dall'erbario per osservare e classificare le piante (tipologie di pianta, forma delle foglie e altro), l'idea carina potrebbe essere di realizzare un erbario di classe, oppure uno individuale per ciascun bambino.
Inoltre, in questi anni è molto diffuso a livello nazionale il progetto Orto in condotta in collaborazione con Slow Food: l'idea potrebbe essere un erbario dell'orto per collegarsi a questa interessante iniziativa.

Scelti per voi:

2 commenti:

  1. che bello, grazie per la condivisione. Anche i vorrei provare qualcosa di analogo con le mie bimbe (7 e 4 anni), vista l'imminenza della fine della scuola!
    Grazie, Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di un'attività molto divertente e istruttiva da fare dopo e durante una gita al parco, in estate. Buon lavoro!

      Elimina

Fammi sapere la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...