domenica 19 aprile 2015

5 cose che un insegnante di sostegno È

In breve, chi è o chi dovrebbe essere l'insegnante di sostegno? Che ruolo ha in una didattica che dovrebbe essere inclusiva?

L'insegnante di sostegno è...

5 cose che l'insegnante di sostegno è

1. una figura di raccordo: spesso presente in molte ore, con più colleghi, dovrebbe fungere da collante tra le varie discipline per facilitare il più possibile l'inserimento dei bambini che segue;

2. una figura inclusiva: con le sue competenze di didattica inclusiva, dovrebbe offrire ai colleghi curricolari gli strumenti e le idee per realizzare insieme attività che includano i bambini che segue e, in generale, tutti i bambini/ragazzi della classe, a prescindere dalle loro difficoltà;

3. un insegnante contitolare della classe: l'insegnante di sostegno è a tutti gli effetti parte del team e deve, di conseguenza, tenersi informato e interessarsi a tutte le attività... e pretendere di essere tenuto al corrente di tutto;

4. una risorsa per tutti: con la sua specializzazione orientata alla disabilità, e più in generale a tutte le difficoltà scolastiche, può essere un punto di riferimento per i colleghi per trovare strategie innovative per coinvolgere alunni in difficoltà, con svantaggi di vario tipo o stranieri;

5. una risorsa creativa: il suo lavoro lo rende particolarmente innovativo per quanto riguarda strategie e materiali, spesso crea strumenti didattici artigianali per poter arrivare agli stili di apprendimento dei bambini in difficoltà; strumenti che possono essere estesi a tutti per rendere la didattica più coinvolgente.

Scelti per voi:

Nessun commento:

Posta un commento

Fammi sapere la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...