sabato 18 luglio 2015

Recensione di "Newton", sussidiario di De Agostini in collaborazione con Focus Junior

Quando si incontra un buon testo si ha subito voglia di parlarne e consigliarlo. Questo è il caso. Devo dire che ero prevenuta: appena ho letto della collaborazione con la rivista Focus Junior, da fervida lettrice di Focus, mi sono subito incuriosita. La presentazione dettagliata che mi è stata fatta da una redattrice di De Agostini Scuola, la quale mi ha spiegato nel dettaglio le scelte metodologiche e didattiche, mi ha fatto comprendere quanto lavoro editoriale ci fosse alle spalle, quanta attenzione ai più recenti studi, quanta passione messa in campo dagli insegnanti coinvolti nel progetto e da redattori e curatori (spesso ex insegnanti ora passati all'editoria scolastica). La qualità dei volumi sfogliati ha fatto il resto. Veniamo, dunque, a una recensione un po' diversa da solito, così come è questo sussidiario molto particolare.


I sussidiari delle discipline
I sussidiari per le classi quarta e quinta, divisi per materie o in un unico tomo (consiglio la versione divisa, perchè il tomo unico risulta pesante), fanno venire voglia anche alla maestra di rimettersi a studiare! Infatti, la loro principale caratteristica, dovuta all'eccezionale collaborazione con Focus Junior, è la presenza di inserti ricchi di curiosità storiche, geografiche, matematiche e scientifiche. Questi box permettono di fare collegamenti con altre discipline o con il mondo di oggi, aiutano a fissare idee, ma soprattuttono rendono lo studio non una mera sequenza di dati da imparare a memoria, ma un mondo pieno di curiosità che intrigano e invitano a scoprire ancora.
 La storia diventa davvero fatta da uomini e donne come noi (sapevate che gli Egizi avevano inventato i sandali infradito?); la geografia risulta piena di novità (un esempio: come si forma la sabbia?); le scienze, ricche di immagini chiare e scientifiche, entrano nel dettaglio spiegando come si verificano i fenomeni (chi conosce i batteri "mangia ruggine"?); la matematica non si ferma all'applicazione di regole, ma entra nel vivo della materia facendo esempi concreti, bella la sezione dedicata alla risoluzione dei problemi e in particolare alla comprensione del testo problema (io avevo parlato della sua importanza qui). Domande e risposte per soddisfare le curiosità dei ragazzi.
Non mancano esercizi, quadri di sintesi per il ripasso, carte tematiche, pagine di verifica, pagine Invalsi e meravigliose pagine di approfondimento come fossero tratte direttamente da un giornale per ragazzi, oltre a simpatici fumetti che introducono ciascuna materia.
 
I quaderni delle indagini e degli esercizi
I quaderni operativi allegati per ciascun alunno non sono semplici eserciziari. Sì, le schede didattiche ci sono, ma sono affiancate da esercitazioni attive molto particolari. Non si tratta della semplice scheda da compilare, ma di attività in cui mettere in campo diverse abilità. Una metodologia attiva, dunque, in linea con gli ultimi studi in ambito universitario.
Si chiamano indagini e sono, sostanzialmente, domande a cui cercare risposte, come dei veri detective, individualmente o in gruppo. In storia e geografia, non schede di argomenti diversi una dopo l'altra, ma nuclei tematici da approfondire, come questi: perché un piccolo villaggio diventa una grande città? Perché la nostra cultura ha le sue origini in quella greca? Perché il lavoro è importante per la vita dell'uomo? Perché dobbiamo conoscere i rischi ambientali? Domande che aprono a pagine e pagine di attività diverse tra loro, ma legate da un filo conduttore, affiancate da documenti storici, dati e notizie reali.
In matematica e scienze, ancora altri nuclei tematici, ad esempio: perché la vita si è sviluppata proprio sulla Terra? Perché in natura esistono i contrari e quali sono? Perché è importante imparare a ragionare? Perché diciamo che i numeri sono infiniti? E cercando di dare risposta ci imbattiamo in Fibonacci, in numeri triangolari e quadrati, in scultori matematici.
Ma visto che la matematica è anche applicazione, non mancano gli esercizi, sotto forma di consueta scheda didattica, anche in formato Invalsi.
 
La guida per l'insegnante
Ho potuto visionare solo la guida di classe quarta, ma immagino che anche quella di quinta sia strutturata similmente. La programmazione proposta è settimanale, per chi volesse seguirla in toto, oppure si può passare da una parte all'altra con semplicità. Idee per avviare brainstorming, spiegazioni, mappe concettuali come spunto per ricrearle con i bambini... tutto ciò che serve per avviare e proseguire le lezioni, accompagnate da riferimenti web per immagini e approfondimenti.
 
L'atlante multidisciplinare
Capitolo a parte merita questo atlante, che, insospettabilmente, non presenta le regioni italiane. Quelle, infatti, sono già lungamente indagate nel sussidiario. Questo atlante chiamato "Terra chiama terra" aiuta a comprendere il passato e il presente, con uno sguardo al futuro.
In geografia troviamo approfondimenti sull'orientamento, Italia e Europa fisiche e politiche, ma anche mappe di flora, fauna, vulcani e terremoti, dissesto idrogeologico, clima, industria, agricoltura e turismo, addirittura una mappatura del patrimonio culturale (comprese le meraviglie d'Europa e i parchi naturali nel mondo).
In storia non solo mappe ma grandi illustrazioni che ricapitolano le grandi civiltà e approfondiscono argmenti (il teatro greco e le olimpiadi, ad esempio).
In scienze ritroviamo le bellissime illustrazioni del sussidiario, per parlare della vita sulla terra, dei viventi, della cellula e alcuni approfondimenti su alimentazione, movimento e postura, percezione.
In fondo, anche un capitolo sul "come è fatto": la caffettiera, il cellulare, gli impianti energetici o di depurazione. Non si tralascia nulla, per offrire all'insegnante uno strumento valido per un'istruzione a tutto tondo.
 
Le risorse per l'insegnante
A disposizione, oltre alla guida, poster, giochi, dvd con testo base e risorse. In una prospettiva inclusiva, ecco anche per l'insegnante il volume "Studiare più facile", con testi semplificati ad alta leggibilità da fotocopiare per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali, da integrare con mappe e strumenti già presenti nel testo base.
 
Le risorse per l'alunno
Registrandosi al sito, l'alunno avrà a disposizione l'ebook, con giochi interattivi, video, fotografie e ovviamente file audio dei testi base e relativo pdf con font ad alta leggibilità.
In allegato, anche il kit matematica: schede plastificate con tavola pitagorica e principali regole studiate sia in matematica che ion geometria, oltre a schede per la costruzione di figure piane e solide con tutti i passaggi.

1 commento:

  1. Mi piacere be tanto sfogliare qualche lagunare prima di ordinarla!

    RispondiElimina

Fammi sapere la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...